La vittima designata – Lee Child

Lee Child
La vittima designata
Longanesi Superpocket, Milano 2007
pag. 455, € 5,60

Copertina del libroSarà perchè i gusti cambiano e si diventa sempre più esigenti ma (purtroppo) sempre più raramente mi capita di arrivare all’ultima pagina di un libro e dire: “WOW, questo era proprio bello!”.
Bene, con questo libro mi è successo.
Jack Reacher è un ex ufficiale della polizia militare USA che, ritiratosi dal servizio, conduce una vita nomade e solitaria. In questa storia il caso lo fa imbattere in una vecchia conoscenza della sua vita passata, conoscenza con la quale ha dei conti in sospeso. Non esita allora a collaborare, da free-lance, con la DEA (l’Agenzia federale Antidroga) in una missione “non autorizzata”. Scopo: ricercare un’agente infiltrata in una banda di trafficanti e della quale si sono perse le tracce.
Può sembrare retorico, ma veramente il romanzo tiene con il fiato sospeso per tutte le sue 455 pagine, facendoci vivere insieme a Jack l’operazione “non autorizzata”, condotta con metodi altrettanto “non convenzionali” ma sicuramente efficaci.
E’ utile sapere che Jack Reacher è protagonista di una serie di romanzi di Child.