Viaggio in Alaska con un tweet

cop_viaggio_in_Alaska-big

cop_viaggio_in_Alaska-big

Vuoi valutare il libro prima dell’acquisto? Ecco le prime cinquanta pagine da scaricare gratis dopo aver condiviso su Twitter, Facebook o Linked in o Google+

Se poi vorrai procedere all’acquisto del libro, nell’ebook che scarichi trovi i link degli store dove poterlo acquistare. Il prezzo dell’ebook è sempre inferiore ai quattro euro.

Vuoi avere la versione stampata su carta? Nessun problema nell’ebook che scarichi c’è anche il link alla versione su carta.

Viaggio in Alaska

In giro per la Kenai Peninsula

Il diario Viaggio in Alaska racconta del viaggio di ScriCal (pseudonimo per gli autori Gabriella Mazzon Venturati e Roberto Venturati) attraverso la Kenai Peninsula, propaggine a sud dello stato americano.  Il viaggio inizia con una breve visita di Anchorage per proseguire sulla Turnagain Arm, una tra le strade più belle del mondo. Il nostro primo obiettivo è Whittier, paese di centocinquanta abitanti che vivono tutti nello stesso condominio ed è raggiungibile attraverso un tunnel largo quanto un treno, con il quale, tra le altre cose, lo si deve condividere.

La terra dell’ultima frontiera rivela fin da subito di che pasta è fatta. In una cupa e tetra giornata di pioggia viaggiamo circondati dalla bellezza selvaggia e rude della natura che sembra volerci stringere nella sua morsa. Quella dell’Alaska è una bellezza straniante dove le montagne sfumano nell’oceano mentre i crinali innevati arrivano fino a valle.

Il viaggio si snoda sulle uniche due strade della penisola fra chiese ortodosse, trattori che raccolgono barche, cenere di vulcano, luoghi dove “la terra finisce e comincia il mare”, alci che passeggiano nei centri cittadini, fino all’ideale adozione dell’aquila dalla testa bianca che vola improvvisa sulle nostre teste. Nel nostro peregrinare ogni incontro è stata un’occasione per conoscere qualcosa in più dell’Alaska e delle persone che vi vivono, trasformate nel diario in veri e propri personaggi.