Mangiare in Islanda: ristoranti, café e altro

Dato che ci trovavamo in un isola abbiamo preferito puntare sul pesce con un paio di digressioni sulla carne che in pratica in Islanda significa in agnello. I nostri pasti sono sempre accompagnati da birre locali.
Abbiamo evitato carne di balena e i pulcinella di mare che vengono proposti in diversi locali.
Tenete conto che fuori città spesso le cucine dei ristoranti chiudono alle 21 o alle 20, mentre il locale può rimanere aperto anche di più. A Reykjavik in genere le cucine chiudono alle 22. Informatevi quindi prima di rimanere a bocca asciutta. Abbiamo mangiato bene, senza sorprese e con buoni sapori diversi da quelli a quali siamo abituati. Se non gradite il burro, fatelo presente perché non viene mai citato nei menu, ma c’è, c’è sempre, soprattutto spalmato sul pane.
Prezzi agosto 2015

Since we were on an island we preferred to focus on the fish a part a single try of lamb. We avoided whale meat and puffins proposed in many restaurants all over the country. We appreciate the local cuisine with new flavor to which we are not used.
Our meals are generally composed by two main course and two local beer. Be informed about when kitchens close, could be around 8/9pm outside main cities. Prices August 2015.

Reykjavík

Uniamo qui  luoghi dove abbiamo mangiato la prima sera in Islanda e nei quattro giorni che hanno concluso il nostro viaggio.

  • Café Loki –  9710krs – 65€
    La prima sera a Reykjavik ci siamo fermati in questo café difronte alla chiesa Hallgrímskirkja. Il primo piano è riservato al ristorante. Qui abbiamo provato il nostro primo e unico Hákarl, lo squalo fermentato chiamato anche “squalo marcio” e sentendone l’odore di ammoniaca non è difficile capire il perché. Necessario uno shot (bicchierino) di Brennivín (vino che brucia), la grappa di patate islandese.
    Il sapore? Chi lo sa! abbiamo ingoiato di corsa il nostro Brennivín.
    Abbiamo ordinato due versioni diverse dei loro Icelandic delicacies (Íslenskt góðgæti) gustose entrambe.
  • Geysir Bistro -Aðalstræti 2 -13790 krs/93.78€
    Zuppa di aragosta con panna montata e pane fatto in casa (Lobster soup with whipped cream and 
    home-made bread), Baccalà con verdure arrostite radice patate, burro nocciola,
    noci e fichi (Salted cod with roasted root vegetables, potatoes, brown butter, nuts and sugared figs).
  • Reykjavík fish – 6360 krs/43.31€
    Sul porto, abbiamo scelto fish&chips. Fritto asciutto e possibilità di scegliere le patate dolci al posto
    di quelle normali.
10_reykjavik-fish&chips-cena

Reykjavík Fish

  • Restaurant Reykjavík – 16170 krs/ 110.24€
    Dato quelli citati dalla guida erano tutti prenotati ci siamo infilati in questo ristorante sfacciatamente per turisti dove si può mangiare à la carte e a buffet. Noi abbiamo scelto la prima modalità ordinando merluzzo salato cotto lentamente con purè di patate, panna olive nere, aglio pomodori arrostiti di ciliegia, chorizo ​​e noisette salsa (Slow cooked salted fish with mashed potatoes, black olive cream, garlic roasted cherry tomatoes, chorizo ​​and noisette sauce). Molto gustoso. Abbiamo aggiunto un dessert da buffet. 
07_reykjavik-cena

Restaurant Reykjavík

  • Cafe Babalú – kólavörðustígur 22A – 4860 krs /33.09€
    Locale interessante, abbiamo preso due zuppe di agnello per riscaldarci in attesa della parata del Gay Pride. Usate il bagno e … che la forza sia con voi!
09_reykjavik-caffetteria babablu-zuppe

Cafe Babalú

  • Bakarí Sandholt – Laugavegur 36 – 1610krs / 10.97€
    Abbiamo fatto colazione in questa panetteria tre volte. Un po’ perché d’estate apre sempre alle 6.30 del mattino anche nei fine settimana quando gli altri caffè aprono alle 10. Un po’ perché l’assortimento di pane, paste, dolci, sandwich è davvero grande. In media abbiamo speso un decina di euro per due paste e due kaffi, il caffè nero islandese.
  • Mokka-Kaffi – Skólavörðustíg 3A – 3080krs / 20.97€
    La nostra guida lo indicava come un posto dai waffle strepitosi. A noi sono sembrati normali e anche un po’ bruciacchiati. La nostra preferenza va alla Bakari Sandholt.
08_reykjavik-centro-colazione waffels

Mokka-Kaffi

Skógar

  • Ristorante Hotel Skógarfoss –  6100 krs – 41€
    Più economico del vicino Hotel Skógar, abbiamo preso un merluzzo salato e un Artic char, pesce della famiglia dei salmoni. A conti fatti deludente.
  • Fossbúð – 5200 krs/ 35.15€
    Volendo evitare il ristorante dei due Hotel abbiamo optato per questo posto che assomiglia più a una sala mensa. Dichiaratamente senza pretese, abbiamo mangiato un onorato fish&chips, ma almeno era evidente che non ci si poteva aspettare nulla di più.

Kirkjubæjarklaustur

  • Kaffi Munkar  –  5700 krs / 38.59€
    Caffetteria e ristorante della Guesthouse dove abbiamo pernottato. Sono famosi per lo stufato di pesce. Buono e abbondante.

Höfn

  • Kaffi Hornið  –  16260 krs / 110.7€
    La città è famosa per gli scampi che in islandese si chiamano Humar. Abbiamo  dunque ordinato due Grilled, locally caught langoustine (400 gr) garlic butter, salad, toast bread. Il piatto migliore che abbiamo mangiato in Islanda.
01_hoefn kaffi hornid- langoustine

Kaffi Hornið

Seyðisfjörður

  • Kaffi Lára – El Grilló Bar  –  6400 krs / 43.57€
    Posto semplice come piace a noi. Abbiamo ordinato il Fish of the day: merluzzo al cartoccio con verdure. La birra qui deve essere la localeEl Grilló.
  • Hotel Aldan – 5400 krs / 36.76€
    Abbiamo evitato il ristorante di questo Hotel per i prezzi alti. Ma uscendo da El Grillo abbiamo pensato di fermarci per un dolce e uno shot (bicchierino) di Topas (amaro di erbe islandese alla liquirizia) e uno Brennivín. Abbiamo ordinato un Choco fondant with rhubarb compote & bourbon vanilla ice cream e un “Frangipan” hazelnut tart with caramelized apples & Kahlua granite che ci sono costati quasi quanto la cena. Bisogna dire che erano assolutamente squisiti.
DSC_0124_seydisfjordur-dolce-brennevin-topas

Hotel Aldan

Mývatn – Dimmuborgir

  • Kaffi Borgir – 8500 krs / 57.25€
    Un po’ caffè, un po’ ristorante, un po’ negozio di souvenir, questo locale si trova proprio accanto delle formazioni laviche di Dimmigorgir. Abbiamo preso due menu Day special che per quel giorno contemplava salmeggino (un tipo di trota) con verdure, patate e pane Geysir (Arctic Char with Geysir bread, salad & potatoes). Il Geysir bread (o hot springs bread) è un pane di segale cotto per 24 ore scavando una buca nel terreno geotermale a circa 100 °C. Il sapore tende al dolce.
02_1_myvatn-cena

Kaffi Borgir

Mývatn – Reykjahlíð

  • Gamli Bistro (The Old Farm) – 8800 krs / 59,27€
    Abbiamo dovuto aspettare una mezz’ora prima che si liberasse un tavolo. Abbiamo preso una zuppa e due Hamburger di salmone con patate.

Mývatn

  • Vogafjós – 18360 krs / 123.66€
    La sera prima ci avevano prospettato un’ora di attesa, la sera dopo abbiamo avuto un tavolo in dieci minuti. Il ristorante ameno con ampie vetrate sulla stalla e sulla sala della mungitura dove ovviamente ci sono vere vacche e vitelli. Abbiamo iniziato con un Geysir bread artic char affumicato (Geysir bread with smoked arctic char) e proseguito con l’unica digressione carnivora del viaggio prendendo un ottimo cosciotto di agnello cotto lentamente servito con un disco di patate, insalata fresca, pane all’aglio, marmellata e salsa gravy (Slow cooked lamb shanks served with warm potato cake and fresh salad with our own Mývatn salad cheese, garlic bread, jam and gravy). Per concludere ci siamo concessi un gelato della casa fatto con il Geysir bread, panna e cioccolato (Our own Vogafjós icecream: Geysir bread icecream with whipped cream and homemade chocolate sauce). Uno dei posti dove abbiamo speso di più, ma la cena è stata assolutamente soddisfacente.
02_2_myvatn-ristorante fattoria-agnello

Vogafjós

Siglufjörður

  • Hannes Boy – 13420 krs/ 91.67€
    Nel paese delle aringhe con tanto di museo non siamo riusciti a mangiarne neppure una. In questo ristorante che dà sul porto ci siamo quindi orientati verso il salmone, concludendo poi con un brownie e un gelato.
  • Aðalbakarí – 2160 / 14.7€
    Panetteria ben fornita dove fare colazione. Abbiamo preso due paste e due caffé con possibilità di riempire nuovamente la tazza. Abbiamo comprato anche dei biscotti fatti a girella con la cannella utili in tappe successive.
04_siglufjordur-panetteria

Aðalbakarí

Hvammstanga (pop. 580)

  • SJÁVARBORG – 10150 / Importo in Euro=69.33
    Nuovo locale aperto da poco sopra il centro informazioni. Abbiamo scelto il piatto di pesce del giorno. Quando la cameriera ci ha detto il nome in inglese
    “flounder” ci siamo guardati l’un l’altra senza capire di cosa si trattasse. Abbiamo quindi cercato la traduzione in italiano “passera” concludendo che ci era altrettanto sconosciuto. Con una ricerca succesiva abbiamo scoperto che si tratta di un pesce simile all’halibut. Al pesce abbiamo fatto seguire un dolce al cioccolato e un caffé.

Penisola di Vatnsnes

  • Geitafell – =8300 krs/ 56.69€
    Ci siamo fermati in questo fienile ristrutturato a ristorante a conclusione del nostro giro della Penisola di Vatnsnes. La guida citava dei proprietari in vena di parlare delle storie locali. Noi abbiamo trovato personale asiatico. La cameriera ci ha anche chiesto come si scrive “ricevuta” in inglese. In ogni caso la zuppa di pesce per cui il ristorante è famoso è molto buona. Non abbiamo ancora capito perché le zuppe, siano esse di carne o di pesce in Islanda abbiano sempre un sapore piccante.

Hólmavík (pop. 420)

  • Café Riis– 9880 krs / 67.55€
    Situato in un edificio storico il Café Riis è di fatto l’unico posto dove mangiare dopo le 18 ora di chiusura del museo e del relativo ristorante. Il Café fa anche da bar e pizzeria. Abbiamo preso due merluzzi salati al forno tradizionali (Roasted traditional salted cod (Bacalao) with potatoes, spring onion, garlic and olives).
06_holmavik-ristorante

Café Riis

Djúpavík (pop. 30)

  • Hotel Djúpavík
    Lo citiamo perché se arrivate fino a qui e se percorrete i 60 km della strada 634 in una giornata di pioggia, vento e nebbia come abbiamo fatto noi, bé vi servirà sicuramente una fetta di torta al cioccolato e un caffè caldo.
DSC_0133_djùpavik-hotel

Hotel Djúpavík