L’Islanda è quel luogo dove…

Islanda: indice del viaggio

  1. ti fermi con l’auto in mezzo alla strada per fare con tutta calma la tua foto,
  2. avere un’auto davanti e una dietro anche se lontane,  quasi quasi ti infastidisce,
  3. una strada sterrata può essere MOLTO sterrata,
  4. ti rendi conto che il guard rail deve essere considerato un bene prezioso,  talmente tante volte ti trovi a guidare su cigli scoscesi senza protezione,
  5. puoi fare tutto, davvero tutto,  con la carta di credito (anche pagare una toilette pubblica),
  6. puoi fare il bagno all’aperto in una delle 25 meraviglie del mondo,
  7. puoi calarti all’interno di un vulcano dormiente,
  8. l’acqua fredda del rubinetto è buona da bere,  ma quella calda cattiva da annusare,
  9. puoi imparare a pronunciare Eyafjallajokull (il vulcano che nel 2010 ha fermato i voli),
  10. non esiste la z nell’alfabeto,
  11. la polizia si chiama Lögreglan e se non riesci a dirlo non importa, tanto non ne avrai bisogno,
  12. devi dare la precedenza a pecore, cavalli, famiglie di anatre, sterne artiche,  renne,
  13. devi camminare con un braccio alzato per non farti beccare dalle sterne artiche,
  14. è inutile assicurarsi per il furto d’auto,  meglio farlo per le ceneri di vulcano,
  15. non ti augurano “a nice trip” ma un “a safe trip”, e l’istinto scaramantico emerge improvvisamente.

L’Islanda è una terra di ghiaccio, di fuoco, di paesaggi lunari, di verdi colline, di troll pietrificati. L’Islanda è la meta del nostro ultimo viaggio e questo è il video del nostro “round-trip” e atterraggio:

Iceland is a land of ice, fire, lunar landscapes, green hills, petrified trolls. Iceland is the place of our last journey and this is the video of our “round-trip ” and landing: