Viaggio in Alaska: Vitus Bering e i russi

Da Alaska di James A. Michener edito da Bompiani nel 1990 pag. 117 e 124

Luglio 1741 le navi russe San Paolo e San Pietro cercano la terra oltre la Siberia, a comandare la spedizione il danese Vitus Bering.

[…]
Fu un momento emozionante quello in cui si profilò la montagna che Bering battezzò Sant’Elia, alta circa quattromilacinquecento metri: gli europei avevano scoperto l’Alaska.
Ma i mari che inscastonavano quel nordico paese delle meraviglie di rado consentivano esplorazioni prolungate, e di lì a qualche ora soltanto nel diario di bordo della San Pietro si lggeva: “Nuvole passeggere, atmosfera greve, impossibile fare rilevamenti perché la terra è nascosta da una fitta nuvolaglia.”
[…]
Il terzo giorno, quando ci si sarebbe potuti aspettare che avesse inizio l’esplorazione della terra appena scoeprta, il diario di bordo recava: “Vento, nebbia, pioggia. Sebbe la terra non sia distante, a causa della fitta nebbia e della pioggia non riusciamo a scorgerla.” Così Bering, che scoprì l’Alaska per conto dell’Europa, non mise mai piede sul continente; […]

pag. 124

L’esplorazione dell’Alaska fu condotta da due tipi di uomini nettamente in contrasto tra loro: da un lato, risoluti epsloratori di solida fama come Virtus Bering e le altre figure storiche che tra poco conosceremo; dall’altro, dur, anonimi avventurieri e mercanti, i quali spesso ottennero risultati più concreti dei professionisti che li avevano preceduti. Da principio, questa seconda ondata di uomini in movimento di componeva di furfanti, ladri, assassini e tipacci di ogni genere che erano nati in Siberia o vi avevano prestato servizio, e il loro motto, quando iniziarono a esplorare le isole Aleutine, era conciso quanto preciso: “Lo zar è lontanissimo, a Pietroburgo, e Dio sta nell’alto dei cieli. Non può vederci. Noi, invece, siamo qui sull’isola, per cui facciamo quel che è necessario.”

E qui la nostra storia dell’Alaska: Clicca qui per sfogliare le pagine del libro

IMGP3254_Kenai-Homer

La chiesa russo ortodossa di Ninilchik

 

 

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *